DUE TIPI DI SOFTWARE

Senza usare termini troppo difficili distinguiamo due tipi di software:

  • software libero;
  • software proprietario;

Entrambi i tipi di software possono avere una licenza periodica, come per esempio la licenza per usare i programmi di Microsoft (Word, Excel...) ma la vera distinzione è il fatto che il loro codice sia a noi accessibile o meno.

Per esempio il software di videoscrittura Microsoft Word viene venduto così. Non puoi modificarlo. E' un software proprietario.

Un esempio di software libero è invece un applicazione studiata e creata appositamente per una scuola di sci, dove vengono gestiti gli orari di lavoro dei maestri e i vari appuntamenti.

GLI INSOSTITUIBILI

Ci sono dei programmi proprietari che sono entrati a far parte della routine quotidiana di milioni di imprenditori in tutto il mondo e vengono qui menzionati perchè salvo rari casi, sarebbe inutile inventarli di nuovo.

  • WORD / EXCEL: sono due programmi di Microsoft che si occupano di videoscrittura e fogli di calcolo.
  • GOOGLE CALENDARIO: software di Google per la gestione di calendari online.
  • OUTLOOK, THUNDERBIRD, MAIL: software che gestiscono la posta elettronica.
  • PHOTOSHOP / ILLUSTRATOR: software per la grafica.

Questo breve elenco non è esaustivo. Esistono altri software molto popolari "insostituibili".

MEGLIO LIBERO O PROPRIETARIO?

Un software libero ha la capacità di adattarsi alle evoluzioni e ai cambiamenti di un'azienda. Un software proprietario invece si evolverà in base alle decisioni presi dall'azienda che lo ha costruito.

Ci sono però delle dovute considerazioni da fare prima di prendere delle decisioni.

Facendo un esempio piuttosto comune raccontiamo dell'imprenditore che ha la necessità di avere un software per la fatturazione.

Con un budget dai 100 ai 400 € all'anno può acquistare un semplice software per la fatturazione.

Il costo per creare un software per la fatturazione personalizzato invece sarebbe molto più costoso, probabilmente intorno ai 5000 €.

Tuttavia quando si parla di software libero in verità non si deve per forza intendere un software creato da zero, ma si vuole comprendere anche il mondo del "sorgente aperto".

SOFTWARE LIBERO E SORGENTE APERTO

Linux è un software che si occupa di far funzionare miliardi di dispositivi in tutto il mondo. Android per esempio è un sistema operativo per smartphone che si basa su Linux. Facebook e Google vanno su server Linux, molto probabilmente il software dentro il navigatore della tua auto è basato su Linux.

Linux è l'esempio più rilevante di come un progetto collaborativo a sorgente aperto può migliorare la vita e il lavoro di tantissime persone, ma anche nel mondo del web esistono delle soluzioni a sorgente aperto e possono essere plasmate per assecondare gli obbiettivi del singolo. Per esempio Wordpress, Joomla, Drupal, Prestashop, Magento e molti molti altri software sono aperti. Questo significa che chiunque ha il diritto di modellarli in base alle proprie necessità.

La cosa molto interessante è che esistono sviluppatori che creano delle estensioni a pagamento che spesso potrebbero avvicinarsi alle nostre particolari esigenze. E se mancasse quel poco perchè il software sia perfetto per noi, con l'aiuto di uno sviluppatore possiamo modificarlo ed avere così il software perfetto.

In questo modo abbiamo la possibilità di trasformare un CMS in un vero e proprio software per la gestione aziendale a 360°.

UN PERCORSO IMPEGNATIVO, UNA GRANDE RICOMPENSA

Perchè dopo tutto voler creare un software aperto che si adatti alle esigenze dell'imprenditore, dell'azienda, di tutto lo staff e dei clienti?

Ogni impresa ha il suo modo di operare, la sua particolare organizzazione interna e un software creato in base alle uniche necessità dell'azienda calzerà in modo perfetto, come un abito cucito su misura.

Davide Masserini, Manager DMware™